Se vi serve semplicemente un consiglio per un libro per giovani lettori o se siete curiosi di vedere come uno scrittore indipendente ha deciso, coraggiosamente, di affrontare la sfida più ardua di tutte, conquistare i cuori dei lettori, allora siete capitati nella recensione giusta.

Martin Wallace e l’amuleto degli dèi di Stephen Steers ha tutti gli ingredienti per essere un bel romanzo per ragazzi: due o tre cucchiai di magia, un pizzico di nemici, una manciata di streghe e stregoni, creature fantastiche quanto basta e avventura a volontà! Adatto per una lettura a puntate, per gustare ogni passaggio e vivere l’impazienza di cosa aspetta i giovani protagonisti del libro, costretti a confrontarsi con due mondi  in realtà non così distanti ( e se siete scettici circa l’esistenza di mondi paralleli, collegati da passaggi spazio-temporali, questa avventura vi farà ricredere!).  Sarà come tuffarsi in una realtà nascosta, con graziosi roditori domestici, fattucchiere strampalate e segreti oscuri. Non una semplice fantasia, non una tradizionale favola ma un miscuglio ben dosato di immaginazione e mitologia, immerso nel paesaggio irlandese. Per i nostalgici, in questa storia troverete una saccente ragazzina, la versione 2.0 di Hermione Granger.  E che dire del narratore? Un buon avversario per Lemony Snicket, dato che, ve lo assicuro, non mancano gli sfortunati eventi. Ma è inutile raccontare la storia o i personaggi! Dovete leggerlo perché è una favola che si intreccia al nostro mondo, una storia che tratta, pur con la leggerezza tipica della fantasia, temi del nostro quotidiano – la separazione dei genitori, la morte di qualcuno che amiamo, l’amicizia, i piccoli bulli delle nostre vite.

Niente caffè dunque per i ragazzi, un latte macchiato o una cioccolata calda con panna saranno l’ideale compagno per l’avventura che li attende con Martin Wallace.

Giulia Buratto - La Moka Letteraria

http://www.lamokaletteraria.it/martin-wallace-e-lamuleto-degli-dei/

© 2017 by Stephen STEERS. Created with Wix.com